Gaia Tormena medaglia di bronzo nel campionato italiano Eliminator di Chies d’Alpago

Gaia Tormena medaglia di bronzo nel campionato italiano Eliminator di Chies d’Alpago

Prima il titolo italiano di enduro, poi un’altra medaglia nell’Eliminator. Gaia Tormena è stata ancora una volta protagonista. Venerdì pomeriggio, a Chies d’Alpago (Belluno), la portacolori del Cicli Lucchini ha conquistato la medaglia di bronzo nella gara dei Campionati Italiani XCE. Nella prova Allieve femminile la valdostana è stata nettamente la più forte nella qualifica, facendo segnare il miglior rilevamento cronometrico. Poi nella finale non tutto è andato per il meglio: nella fase cruciale ha subìto un contatto ed è caduta. Ha rimontato fino al terzo posto, chiudendo alle spalle di Sara Vicentini della Focus e di Noemi Plankesteiner.

Nella gara maschile, dove si è imposto Gabriele Torcianti dell’Adventure Team, sesto Filippo Latella, 17° Alberto Bor e 18° Hervé Bionaz.

Oggi – domenica – i sentieri di Chies d’Alpago hanno ospitato i Campionati Italiani Esordienti e Allievi di cross country, rassegna che si chiude con un po’ di amaro in bocca per il Cicli Lucchini. L’Allieva Gaia Tormena non è riuscita a salire sul podio e si è dovuta accontentare della quarta posizione. La biker della società aostana è rimasta ai piedi del podio per 23”, chiudendo a 4’10” dalla neo campionessa italiana, la corregionale Sylvie Truc che però corre con il Piemonte e con il Racconigi Cycling Team e che ha chiuso in 41’37”. Argento per Giada Borghesi e bronzo per Vittoria Acquistapace. In campo maschile, dove la medaglia d’oro è stata conquistata da Diego Caviglia dell’Ucla in 49’03”, 27° posto per Filippo Latella e 50° per Alberto Bor.

Nelle Esordienti primo anno, sesto posto per Nicole Truc a 2’16” da Viola Simonini del Valdidentro Bike Team, all’arrivo in 28’55”, mentre in campo maschile 21° Remy Latella, 27° Gabriel Borre, con Stefano Gerbaz costretto al ritiro. Titolo italiano al piemontese Carlo Bonetto della Rostese Rodman in 27’03”.

Negli Allievi primo anno, dove si è imposto Michael Pecis (Scuola Mtb) in 49’03”, bella prestazione per Hervé Bionaz che ha terminato al decimo posto, accusando un ritardo di 3’24” dal vincitore.