Wladimir Cuaz e Chiara Caminada dominano la skating che ha inaugurato la 37a MarciaGranParadiso

Acmediapress

Wladimir Cuaz e Chiara Caminada dominano la skating che ha inaugurato la 37a MarciaGranParadiso

Splendida cornice e una giornata da cartolina a Cogne, dove questa mattina si è aperta la 37a edizione della MarciaGranParadiso, prova inserita all’interno del circuito Euroloppet. Cielo terso, piste tirate a lucido e temperature piacevoli hanno accolto i partecipanti della 25 chilometri in tecnica libera che si sono sfidati sull’anello disegnato tra Valnontey ed Epinel, passando per i Prati di Sant’Orso. A vincere sono stati Wladimir Cuaz e Chiara Caminada.

Ritmo subito molto elevato dopo la partenza, con un gruppetto di dieci concorrenti che ha fatto l’andatura. Wladmir Cuaz, ciclista che adora gli sci stretti, ha presto preso il comando delle operazioni e, dopo aver fatto il vuoto, ha gestito gli ultimi chilometri. Il valdostano ha vinto in solitaria la gara skating, coprendo la distanza in 1h 21’03” e lasciando a 4’59” il norvegese Kristian Braathen. Terzo gradino del podio per il francese Michel Thomas, staccato di 5’02”. Quarto posto per Alberto Peracino (Valsavarenche; +5’43”) e quinto per Denis Trento (Esercito; + 7’20”). 

Stesso copione nella gara femminile. Chiara Caminada, che vive a Cogne ma corre per la società trentina Robinson Ski Team, ha subito acciuffato la prima posizione che non ha più mollato. È ritornata sui Prati di Sant’Orso dopo 1h 33’26” di fatica, davanti a Elena Serdtseva, attardata di 6’35”, con terzo gradino del podio per la valdostana Michela Comola, a 7’37” dalla vetta. Quarto posto per l’australiana Hannah Price (+15’39”) e quinto per la finlandese Malin Stenman (+21’14”). 

Per molti però, la gara skating della MarciaGranParadiso è stata l’occasione per scoprire le bellezze della valle di Cogne e per sciare sulle piste senza pensare troppo al cronometro. 

Chiara Caminada: «Abito qui a Cogne e per me è un po’ la gara di casa. Sono contenta, le condizioni erano spettacolari, anche se la neve era lenta. Ci sarò anche ai Mondiali Master di marzo, parteciperò ad almeno una gara sulla lunga distanza». 

Wladimir Cuaz: «Mi piace il fondo, d’inverno lascio la bici da parte perché tra freddo e neve fa più male che altro. Così mi alleno sugli sci e faccio qualche gara. Sono soddisfatto, ma non è finita perché tornerò in gara anche domenica, dove spero di fare bene. Correrò la gara lunga».

Domani – sabato – spazio ai giovani con la Mini MarciaGranParadiso. In gara centinaia di fondisti dai SuperBaby agli Allievi. Partenza alle 12,30. Nel pomeriggio anche lo Speed Contest di Vitalini.