La stagione di Liski parte dal Rettenbach di Sölden. L’azienda è in crescita, iniziati i lavori per Pechino 2022

Acmediapress

La stagione di Liski parte dal Rettenbach di Sölden. L’azienda è in crescita, iniziati i lavori per Pechino 2022

Semaforo verde per l’inizio della Coppa del Mondo di sci alpino. Verde come il colore scelto per la linea di attrezzature invernali di Liski Sport Equipment, che saranno utilizzate in tantissime gare del massimo circuito mondiale. Sci alpino, fondo, biathlon, snowboard, freestyle: l’azienda bergamasca è di nuovo in prima linea, al fianco delle più importanti e prestigiose tappe di Coppa del Mondo. 

Il primo appuntamento della stagione, che coincide anche con la prima fornitura completa, sarà tra una settimana, quando a Sölden andranno in scena il gigante femminile e quello maschile. Lo staff e le attrezzature si muoveranno poi verso Levi per poi proseguire a Breuil-Cervinia (snowboardecross) e ancora Alta Badia, Bormio, Lienz, Zagabria, Altenmarkt/Zauchensee, Flachau, Sestriere, Bansko, Rosa Khutor, Garmisch Partenkirchen, Nillgata Yuzawa Naeba, Cortina d’Ampezzo (Finali Coppa del Mondo), oltre ad alcune località ancora in via di definizione.

Alcune attrezzature verranno però utilizzate in diverse altre occasioni. Liski sarà presente con parte del materiale anche a Killington, Lake Louise, Val d’Isère, Val Gardena, Madonna di Campiglio, Adelboden, Wengen e Yanqing. Brilla anche la fornitura per il big air di Modena-Skipass che si svolgerà i primi giorni di novembre, a cui si aggiungono la tappa di skicross a Feldberg e svariate tappe di Coppa Europa. 

Liski Sport Equipment è anche impegnate nell’allestimento delle piste di Pechino che nel 2022 ospiteranno i Giochi Olimpici invernali. Proprio in queste settimane decine e decine di uomini sono impegnati nella posa di otto chilometri di reti ( altri tre saranno posti nel 2020) che verranno fissate a pali in ferro, oltre a 60 ancoraggi di vario genere. L’azienda guidata dalla famiglia Parigi si è infatti aggiudicata il secondo lotto di fornitura, un altro prestigioso traguardo. 

Il palo Jet, con cuffia verde Liski, continua a essere richiesto da comitati organizzatori, federazioni nazionali, comitati e sci club. La sostituzione rapida del tubo rotto con una semplice rotazione dell’asta ha stregato gli addetti ai lavori. È una delle novità più apprezzate, un palo abbinato ora alla punta per trapano ultraleggera realizzata anch’essa di colore verde. E poi crescono le richieste per i materassi ad aria specifici per lo slalom, utilizzati a Levi e il prossimo gennaio anche a Zagabria. Inoltre continuerà la posa delle reti resistenti al taglio che possono anche essere personalizzate. 

Rinnovato inoltre l’accordo con l’IPC (International Paralympic Commitee) e con diverse federazioni nazionali. Liski però guarda oltre, in modo particolare ai Giochi Olimpici 2026 che si svolgeranno in Italia e che coinvolgeranno tra gli altri anche Bormio, Cortina d’Ampezzo e la Federazione Italiana Sport Invernali già sotto contratto Liski. 

L’entusiasmo per la nuova stagione è alle stelle, i numeri sono in crescita, tanto che l’azienda ha da poco inserito nuove figure professionali per far fronte alle tante richieste di acquisto e di noleggio. Semaforo verde anche in casa Liski: il nuovo inverno può davvero iniziare.