Sci fondo: 36 ammessi al corso di formazione dopo la selezione di Cogne

Acmediapress

Sci fondo: 36 ammessi al corso di formazione dopo la selezione di Cogne

Cinque prove, valutate dagli istruttori nazionali. Ieri – martedì 12 marzo – si è svolto il test tecnico attitudinale per accedere al ventesimo corso regionale di formazione aspiranti maestri di sci di fondo. 

La preselezione, originariamente prevista a Gressoney-Saint-Jean su due giornate, è stata spostata a Cogne e ridotta a una sola giornata per mancanza di neve. Sui Prati di Sant’Orso si sono presentati 44 candidati che hanno mostrato alla commissione le loro capacità nella prova libera in tecnica classica (livello oro), passo alternato, prova libera in tecnica di pattinaggio (livello oro), pattinaggio lungo e prova libera in tecnica di discesa (livello oro).

Al termine della giornata sono stati ammessi al corso di formazione 36 candidati, che si aggiungono a diversi giovani fondisti esonerati dal test tecnico attitudinale e ammessi di diritto al corso.

Hanno superato il test di Cogne: Alberto Rabellino Bethaz, Martina Cassol, Nicola Carrel, Andrea Gorret, Amandine Guala, Martina Blanchet, Mattia Communod, Mathieu Turcotti Bonin, Nicole Porliod, Fausto Vassoney, Mathieu Charbonnier, Andrea Restano, Manuel Abram, Jérôme Bianquin, Amalia Laurent, Matteo Chenal, Laura Sciarpa, Daniel Grappein, Lorenzo Sciarpa, Fabien Champretavy, Didier Artaz, Arnaud Perruquet, Alexa Borettaz, Raphael Vauterin, Emile Guidetti, Elisa Arlian, Davide Santarelli, Martina Vignaroli, Arianna Cossard, Valerio Sorteni, Coralie Vicari, Nicola Doveri, Matteo Villani, Matthieu Bianquin, Jean Baptiste Maquignaz e Lucia Bellini.

Beppe Cuc, presidente Associazione Valdostana Maestri Sci: «Una bella selezione, grazie anche alle piste di Cogne preparate in modo ottimale; 44 iscritti sono un bel numero, lo sci di fondo in Valle d’Aosta è una tradizione e noi continuano con la formazione».

Nelle prossime settimane gli aspiranti maestri inizieranno il loro percorso formativo.