Béthaz e Locatelli vincono il Gran Paradiso Raidlight trail

Acmediapress

Béthaz e Locatelli vincono il Gran Paradiso Raidlight trail

Quasi 300 trailer hanno partecipato – oggi – sabato – alla sesta edizione del Gran Paradiso Raidlight trail, che dal 2017 è diventato biennale. Per la seconda volta consecutiva è stata la località Dégioz di Valsavarenche a ospitare la partenza e l’arrivo delle due prove competitive e di quella non competitiva. Tanti gli iscritti arrivati nelle ultime ore, grande spettacolo e sfide che hanno premiato Marco Béthaz e Tatiana Locatelli (45 chilometri) e Federico Mattia De Guio e Stefania Canale (26 chilometri).

Alle 7, in una fresca Valsavarenche (11 gradi) è partita la prova regina del Gran Paradiso Raidligh trail. I 116 concorrenti, tutti dotati di Gps, hanno disegnato un serpentone subito molto allungato. Al Col Manteau è transitato avanti Marco Béthaz che dopo una partenza regolare aveva raggiunto e superato il britannico Thornton Colin, secondo davanti all’altro valdostano Erik Bochicchio. I primi tre erano racchiusi in sette minuti, poi Béthaz ha incrementato ed è andato a vincere in 5 ore 35’11”, davanti a Thornton che ha coperto la distanza in 5 ore 39’05”. Terzo gradino del podio per Nicola Poggi, arrivato sul traguardo con lo stesso tempo di Erik Bochicchio, in 5 ore 46’02”. 

Nei primi metri di gara Tatiana Locatelli è rimasta defilata dalle primissime posizioni. Quando il sentiero si è fatto più ripido si è subito riportata avanti, transitando prima già all’intermedio. Gara a senso unico per la valdostana che si è imposta in 6 ore 56’00”, a precedere Francesca Monica D’Urso (7 ore 38’27”) ed Eleonora Serafin (8 ore 11’35”). 

Alcuni trailer hanno deciso di correre il Gran Paradiso Raidlight trail in coppia. A vincere sono stati gli svizzeri Gaël – Kreienbuehl in 8 ore 18’44”, a precedere Scuccato – Conrado (8 ore 21’29”) e Glassier – Petey (8 ore 32’00”). 

La 26 chilometri maschile è invece stata vinta da Federico Mattia De Guio, rimasto sempre in prima posizione. Con una media di 6’50” al chilometro, De Guio ha chiuso in 2 ore 57’53”, andando a precedere Thierry Brunier, il giovane delle martze a pià che si è preso la seconda posizione in 3 ore 05’29”. Terzo posto per Elwis Pieiller in 3 ore 05’50”. 

La prova femminile è andata alla podista Stefania Canale che ha coperto la distanza in 3 ore 32’26”, davanti a Fabiana Guidorizzi (3 ore 57’46”) e a Lisa Borzani che era transitata seconda al Colle e che poi ha calato la sua andatura, facendo ritorno a Dégioz dopo 4 ore 06’50”. 

Circa 25 persone hanno poi scelto la prova non competitiva di 10 chilometri. Una passeggiata nella Valsavarenche, senza tempo e senza classifica. 

LE DICHIARAZIONI
Marco Béthaz: «Sono partito regolare, a Pont eravamo tutti vicino, poi nella salita finale ho aumentato il ritmo per andare a riprendere l’inglese. In discesa ho solo mantenuto il mio vantaggio. Ora rimango fermo e mi concentro sul Tot Dret».

Tatiana Locatelli: «Non avevo pianificato questa gara: è andata bene. Non sono stata benissimo né durante, né dopo la gara. Il percorso era perfetto per le mie caratteristiche, le belle salite mi piacciono. Ho fatto una prova da sola».